DIABOLIK: Il Cavallo Vincente (06/2018)

C’è una gemma (che non è Galgani). C’è un dittatore saudita. C’è un cavallo.
Ci sono Diabolik ed Eva Kant (stranamente Ginko è fuori dal cazzo).

Anche questo mese siamo a Clerville, ed il nostro inarrivabile D ha fiutato – come sempre – il colpaccio.

Big White è un cavallo di razza inavvicinabile quanto vincente, ed il proprietario sta per scambiarlo con un ricchissimo dittatore saudita in cambio di un preziosissimo gioiellone, il “Sangue del Drago“. Tutto sembra procedere per il meglio, quando lo sfigatissimo (e capirete il perchè) veterinario della tenuta scopre una malattia rara, degenerativa ed incurabile, che si è insinuata nel corpo del povero cavallo.

(attimi di paura per Eva)

Nel frattempo il nostro eroe ha già capito tutto: si fa assumere nella tenuta (impressionante la velocità con cui Diabolik si fa assumere praticamente sempre ed OVUNQUE) per organizzare al meglio il piano. Il tutto si sussegue tra cassaforti, cambi d’identità ed ambientazione anni ’70 (adoooro). Ma stavolta è diverso (ah no, spe) , perchè Eva rischia davvero la pellaccia. Inutile dirvi come andrà a finire..
Diabolik anche questa volta porta a casa la botte piena, la moglie ubriaca, un gemmolone e tanti limoni.

Pew!Pew!Pew!

 

(la copertina di questo mese)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *